Triolet
flag ita flag esp flag uk flag fra flag ger

  Der Hütte

   Access

   Kletterrouten

   Tarif

   Wetter

   Bild

   Geschichte

   Fotowettbewerb

   Kontakt

   Links

   Kletterleitfaden (20,0 MB)


Ariaperta Outdoor Pinerolo

Valverbe - tisane di montagna

QC TERME - Pré Saint Didier

Elisabetta De Berti - designer & layout artist

STORIA DEL RIFUGIO DALMAZZI

Nel 1880 la Sezione di Torino del Club Alpino Italiano diede inizio alla costruzione della Capanna del Triolet, una struttura in legno con copertura ad unica falda inclinata, isolata dalla parete rocciosa per mezzo di un muro a secco. La Capanna fu inaugurata nel 1882.
Dopo dieci anni ci fu una prima ristrutturazione.
Le guide di Courmayeur costruirono il primo ponte sulla Dora di Ferret nel 1904, per facilitare l’accesso al rifugio.
Nel 1928 furono necessarie alcune riparazioni al tetto e alle pareti; in quell’occasione fu rinnovato anche l’arredamento interno.

Capanna del Triolet 1929 Capanna del Triolet 1930
1929 Capanna del Triolet - Victor Attinger di Neuchatel
Cartolina 1930 - Archivio Assessorato Istruzione e Cultura - Fondo Torra

Nel 1930 la famiglia del socio Cesare Dalmazzi, scomparso in quello stesso anno, fece una donazione alla Sezione di Torino del CAI, per la ristrutturazione della Capanna del Triolet.
Il CAI provvide quindi al rifacimento, in quanto la struttura in legno era divenuta inutilizzabile. Il nuovo rifugio fu costruito in muratura, composto da cucina con refettorio, quattro camerette e due dormitori al primo piano. Fu inaugurato nei giorni 22-23 luglio 1932 con il nome di Rifugio Cesare Dalmazzi.

Rifugio 1932 Rifugio 1942 Rifugio 1962
Rifugio Dalmazzi 1932 - Archivio CAI Torino
Rifugio Dalmazzi 1942 - S. Gallo
Rifugio Dalmazzi 1962 - S. Gallo

Nel 1988 vennero costruiti i servizi igienici a una ventina di metri dal rifugio, venne aggiunto il terrazzo e furono aumentati i posti letto con la costruzione di un nuovo locale dormitorio.

Rifugio 1988

Dal 2001 al 2003 Il Rifugio Dalmazzi venne ulteriormente ingrandito, costruendo una nuova sala da pranzo e, al piano superiore, un nuovo dormitorio, raggiungendo n 33 posti letto.

Rifugio Dalmazzi

TOPONOMASTICA DEL TRIOLET

Pare che il nome Triolet derivi dalla parola in patois “triolé” che significa “trifoglio”, erba ben presente nel vallone, dove fino al XVIII secolo era situato un alpeggio.
Nei documenti storici si riporta che, nella notte del 12 settembre 1717, vi fu una frana enorme, che cadde da sopra il ghiacciaio e ricoprì interamente l’alpeggio e la baita del Triolet. Quella notte morirono 7 persone. (Dai documenti non si evince però la posizione dell’alpeggio del Triolet). Sembra che il nome “Aiguille de l’Eboulement” (3601 m) sia il ricordo di quella catastrofe.

CURIOSITÀ E ANEDDOTI

Nel 1938 Gabriele Boccalatte morì nel tentativo di scalare la parete Sud-Ovest del Triolet, la sua picozza non fu mai ritrovata. (fonte A. Cavaletto)


FOTO STORICHE

per gentile concessione di A. Cavaletto
Der Hütte Access Kletterrouten Tarif Wetter Geschichte Kontakt
P.IVA:11008210012